Fondo di solidarietà per trasporto aereo, sospeso l’obbligo di presentazione del modello “SR85”


Considerato il grave disagio sociale che il settore del trasporto aereo sta attraversando e del sensibile incremento di domande di accesso alle prestazioni del Fondo di solidarietà di settore, pervenute negli ultimi mesi in misura notevolmente superiore all’ordinario, la presentazione del modello “SR85” è sospesa per tutti i lavoratori destinatari di prestazioni a carico del Fondo, riferite all’anno 2020 (Inps, messaggio 27 ottobre 2020, n. 3951)


Come noto, le comunicazioni di assunzione, cessazione, trasformazione e proroga dei rapporti di lavoro autonomo, subordinato, associato, dei tirocini e di altre esperienze professionali, previste dalla normativa vigente a carico del datore di lavoro, sono valide ai fini dell’assolvimento di tutti gli obblighi di comunicazione che, a qualsiasi fine, sono posti anche a carico dei lavoratori (art. 9, co. 5,  28 giugno 2013, n. 76). Tuttavia, vi sono dei casi, tra cui la rioccupazione all’estero, in cui l’obbligo di comunicazione di nuova attività lavorativa permane in capo al lavoratore, il quale è tenuto, a pena di decadenza, a comunicare la rioccupazione tramite il modello “SR83” (Inps, circolare n. 94/2011).
Peraltro, poiché la sanzione della decadenza, prevista in caso di inosservanza del predetto obbligo di comunicazione, non si era rivelata sufficiente, in taluni casi, per scongiurare il rischio di comportamenti omissivi da parte dei lavoratori, è stato altresì previsto un ulteriore obbligo di dichiarazione (art. 47, D.P.R. n. 445/2000), da rendersi con l’ulteriore modello “SR85” (Inps, messaggio n. 1615/2019) entro il 31 dicembre di ciascun anno, con la quale il lavoratore attesta di non aver svolto attività lavorativa remunerata all’estero ovvero indica i periodi eventualmente svolti a far data dall’inizio della prestazione erogata dall’Inps. Nel caso in cui la predetta autocertificazione non pervenga entro il termine prescritto è prevista la sospensione della prestazione.
Tanto premesso, considerato il grave disagio sociale che il settore del trasporto aereo sta attraversando, si è posta l’esigenza di contemperare l’attuale meccanismo di erogazione delle prestazioni del Fondo di solidarietà per il settore del trasporto aereo e del sistema aeroportuale, con la sempre più forte e pressante domanda di prestazioni, attraverso una revisione di alcuni adempimenti che possono impedire di fornire una risposta rapida ed efficace alla crisi sociale ed economica generata dalla eccezionalità degli eventi in corso.
Dunque, in considerazione del sensibile incremento di domande di accesso alle prestazioni del Fondo, pervenute negli ultimi mesi in misura notevolmente superiore all’ordinario, la presentazione del modello “SR85” è sospesa per tutti i lavoratori destinatari di prestazioni a carico del Fondo di solidarietà del trasporto aereo e del sistema aeroportuale riferite all’anno 2020.
Permane, invece, in capo al lavoratore l’obbligo di comunicare, a pena di decadenza dal diritto alla prestazione, l’eventuale rioccupazione all’estero, tramite l’utilizzo del modello “SR83”.